La colazione, oltre ad essere primo pasto della giornata, è anche il più importante per il nostro organismo e per mantenere una buona salute. L’intero apparato gastrointestinale infatti, dopo una notte di riposo, si trova al mattino pronto a ricevere la carica energetica necessaria ad affrontare l’intera giornata, oltre che a permettere al nostro corpo di recuperare dal prolungato digiuno a cui si sottopone dopo la cena. Dopo circa 10-12 ore di “stomaco vuoto” infatti, i succhi gastrici raggiungono il massimo della produzione giornaliera, e la qualità degli alimenti che introdurremo durante la colazione, condizionerà il nostro stato di benessere psicofisico nelle ore successive.

La prima e più importante fonte energetica deve provenire quindi dai carboidrati, possibilmente complessi, in modo da permettere un rilascio del glucosio (il “carburante” che il nostro cervello consuma per mantenerci vigili e attivi) quanto più possibile progressivo e continuato.
I cereali sono la prima e più efficiente fonte di carboidrati complessi: c’è ci preferisce assumerli così come sono, sottoforma di corn flakes, crumbles o muesli, ma vanno bene anche i prodotti della panificazione come cornetti, brioches, biscotti, gallette e fette biscottate.
Una piccola quantità di zuccheri semplici è però altrettanto importante, per aiutarci a riprenderci dal torpore notturno, ed affrontare bene le prime ore della giornata: al di là del classico cucchiaino di zucchero nel caffè, alcuni preferiscono bere un bicchiere di succo d’arancia, o mangiare un frutto fresco, come una pesca, una mela o una fetta d’anguria. Attenzione però: non bisogna esagerare! Un’eccesso di zuccheri semplici infatti può essere dannoso per l’organismo, che come detto prima, proviene da un lungo stato di digiuno, specialmente nel caso di soggetti diabetici.
E’ importante anche un adeguato apporto di grassi, che ci forniscono l’energia necessaria a sostenere gli sforzi prolungati a cui ci sottoporremo fino all’agognata pausa pranzo, ma dobbiamo stare attenti a non appesantirci troppo! Una bella tazza di latte fresco, intero o scremato, contiene tutti i lipidi necessari, senza esagerare, oltre ad essere un’importante fonte di calcio, utile per le nostre ossa, e di proteine facilmente digeribili ed altamente energetiche.
Per chi è intollerante al lattosio sono disponibili anche latti derivati dalla soia e dal riso, da alcuni preferiti anche per le diverse caratteristiche organolettiche.

Non dimentichiamoci infine di un buon caffè per tirarci su e cominciare la giornata con la tipica colazione all’Italiana!

Written by admin